top of page

Ave, Signora Santa Regina.

I Francescani e l'Immacolata: la Patrona dell'Ordine


La solennità dell'Immacolata Concezione della Vergine Maria è da sempre per tutti i francescani, ma specialmente per noi Frati Minori, la festa mariana più significativa e dunque celebrata con grande devozione e partecipazione in tutte le nostre chiese. Lo stesso San Francesco infatti, come ricordano i biografi, era "animato da indicibile affetto per la Madre del Signore Gesù", e pose in tal modo le basi del grande amore con il quale l'Ordine Francescano ha venerato nei secoli la Madre di Dio, la donna che ha dato a Gesù Cristo "la vera carne della nostra umanità e fragilità ... rendendolo nostro fratello". S. Antonio pure scrive pensieri e preghiere stupende alla Vergine e in prossimità della morte chiede con insistenza di essere ricondotto da Camposampiero a Padova solo per ritornare nella piccola chiesa, annessa al convento, dedicata a S. Maria Mater Domini; morirà intonando un inno mariano! Senza dubbio, una delle pagine più belle di questa storia di amore e di affetto dei francescani per la Madre di Dio, è stata scritta dal beato Giovanni Duns Scoto (1265-1308): scozzese di nascita, morto nel convento di Colonia in Germania, raffigurato nella cappella dell'Immacolata della nostra Chiesa, fu un appassionato difensore del privilegio dell'Immacolata Concezione di Maria. Duns Scoto, con la sua acuta e sottile intelligenza, ha rivelato il mistero della grazia di Dio che ha avvolto fin dal primo istante della sua esistenza la donna destinata a diventare la Madre del Redentore, preservandola dal peccato originale. Come non ricordare poi l'amore appassionato e la devozione filiale per l'Immacolata che sempre animò e sorresse P. Massimiliano Kolbe, il francescano martire ad Auschwitz?!

Che grande dono per noi frati e per ogni credente, avere la Madre Immacolata !

Una Madre splendente di bellezza, trasparente all'amore di Dio..!


A tutti pertanto buona solennità della Beata Vergine Maria Immacolata (Patrona dell'Ordine Francescano), colei che ci ha mostrato e donato Gesù, colei che nella Chiesa continua a farlo per noi e per ogni uomo.

A Lei ci affidiamo.


Saluto alla Vergine di s. Francesco d'Assisi

"Ave, Signora santa Regina, santissima genitrice di Dio, Maria, che sempre sei Vergine perpetua ed eccelsa, fatta santa ed eletta dal santissimo Padre del cielo, che Egli consacrò col santissimo, diletto Figlio suo e con lo Spirito Santo Paraclito, nella quale fu ed è ogni pienezza di grazia ed ogni bene. Ave, o suo palazzo! ave, o suo tabernacolo! ave, o sua casa! ave, o sua veste! ave, o sua ancella! ave, o madre sua! E voi tutte con essa, sante virtù, che per la grazia e la luce dello Spirito Santo siete infuse nei cuori degli uomini fedeli, affinché d'infedeli li facciate fedeli a Dio"





187 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page